News

Covid, Calabria e Sardegna si salvano dalla zona gialla. Per la Sicilia il rischio arancione

Per il momento si salvano dal passaggio in zona giallala Sardegna e la Calabria, che restano comunque ad un passo dal cambio di colore. L’Italia non vedrà quindi nuovi territori in giallo, almeno per un’altra settimana:le due regioni si salvano grazie ad uno dei tre parametri utilizzato nel monitoraggio, quello dei ricoveri in terapia intensiva per il primo territorio e quello dei ricoveri nei reparti ordinari per il secondo.

In entrambe le situazioni non si è andati oltre la soglia, ma a meno di miracoli il tutto è soltanto rinviato di una settimana. A quel punto venerdì prossimo Roberto Speranza, ministro della Salute, firmerà l’ordinanza relativa.

Rimane in giallo la Sicilia che ora rischia di vedere inasprite ancora di più le misure contro il Covid, con lo spettro dell’arancione. Nell’isola crescono i ricoveri reparti ordinari, mentre le terapie intensive salgono più lentamente: il nuovo passaggio di colore non è scontato e non è ancora imminente, ma il rischio è concreto. Secono i dati del monitoraggio settimanale dell’Iss, la Sicilia è la regione con i dati Covid peggiori: è al primo posto per incidenza di contagi (190 ogni 100mila abitanti), il tasso di occupazione delle terapie intensive è passato dal 12,1 al 13,9%, i ricoveri da 102 a 117, invece il tasso di riempimento dei reparti ordinari sale dal 19,4 al 22,5%, da 740 a 824 pazienti complessivi.