Vedere e gustare

Dolci tipici di Natale, fare a casa il torrone di Soriano Calabro

I tipici dolci vibonesi, quest’anno segnato dal cornavirus non li troveremo nelle tradizionali bancarelle dei mercatini di Natale che ravvivavano le vie delle nostre città.

Sarà un Natale austero, forse meno brillantinato del solito, ma non meno sentito, per questo tutti vorremmo avere sulle nostre tavole non solo i pandori e i panettoni, ma i nostri dolci della tradizione, difficili da trovare nella grande distribuzione.

Pensiamo alle difficoltà per tutti i lavoratori del comparto dolciario e diamo loro un bel segnale di solidarietà e di sostegno: non ci sono le bancarelle, ma tutti i produttori, grandi e piccoli, si sono organizzati per vendere online. Non si tratta di “ingrassare” i big del web, ma di scegliere il territorio e mostrare apprezzamento verso chi , nel proprio lavoro, ci mette passione e impegno, per mantenere alta una qualità che sempre più tanti buongustai, in ogni parte del mondo, stanno scoprendo e che valorizza la Calabria e le sue tipicità.

Ordiniamo, allora, online i nostri dolci natalizi, nel rispettare la tradizione del gusto, regaliamo un sorriso alle aziende del settore operanti in Calabria. E se proprio non riusciamo ad avere in tempo questi prodotti della nostra tradizione, prepariamoli in casa: il torrone con le nocciole, le noci o con le mandorle, ad esempio.

Come fare il torrone a casa

Noi vi proponiamo una ricetta del torrone di Soriano Calabro alle mandorle, alle nocciole o alle noci, forse non verrà morbido come quello della produzione artigianale, ma è altrettanto gustoso. Sta tutto alla vostra abilità. Ingredienti: Mandorle pelate, noci o nocciole 600 g; Miele 280 g; Glucosio 30 g; Zucchero 360 g; Ostia da 21×21 cm 2 fogli; Albumi 60 g
Primo passo: cominciate dalla tostatura di mandorle o noci. Versate la frutta secca su una leccarda foderata con carta forno e mettetela a tostare in forno statico a 150° per circa 15 minuti. Una volta cotta la frutta secca lasciatela nel forno spento e con lo sportello leggermente aperto.

Nel frattempo in una pentola capiente versate 330 grammi di zucchero e il miele, aggiungete il glucosio. Ponete sul fornello e lasciate sciogliere completamente, a fuoco medio mescolando di tanto in tanto, fino a quando non si saranno uniformati gli ingredienti. Spegnete il fornello e lasciate intiepidire per 5 minuti.

Preparate la meringa versando gli albumi a temperatura ambiente nella tazza di una planetaria, aggiungete lo zucchero restante (30 g.) azionate le fruste passando gradualmente dalla velocità medio bassa a quella media. Il composto dovrà assumere una consistenza spumosa. Trasferite la meringa nel tegame con lo sciroppo intiepidito e mescolate per bene.

Accendete nuovamente il fornello a fiamma a bassa e, mescolando di continuo, cuocete per 20-25 minuti. Il composto dovrà risultare più denso, quasi colloso. Versate le mandorle o le noci ancora caldi nel composto e mescolate.

A questo punto sistemate un foglio di carta ostia all’interno di uno stampo da 21x21cm già disposto su un vassoio. Trasferite il composto all’interno e spatolate per livellarlo. Quindi adagiate il secondo foglio di carta ostia per coprire e fatelo aderire con una pressione con la spatola. Lasciate asciugare il rpdotto per 12 ore a temperatura ambiente in un luogo fresco e asciutto.

Ritagliate a strisce ed ecco pronto il vostro torrone morbido!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *