News

ECCELLENZA Acri, si riparte da mister Pascuzzo e ci sono quattro conferme

Un silenzio prolungato ma voluto, figlio probabilmente di un rimodellamento all’interno della società rossonera. Con il decadimento di luglio, l’Acri torna a farsi sentire iniziando, come si suol dire, dalle basi. Dopo una stagione iniziata in sordina e conclusa tra gli applausi generali dopo aver giocato la finale di Coppa Italia (persa contro la corazzata Locri) e il raggiungimento dell’ultimo posto playoff insperato solamente nel girone di andata.

Il merito di tutto questo, comunque, va anche al tecnico Mario Pascuzzo ed è proprio da lui, infatti, che l’Acri ha deciso di ripartire, vista anche la sintonia tra le parti consolidata ormai da anni (anche se con parentesi lontane).

Al timone Pascuzzo, quindi, ma anche in campo era fondamentale rinnovare alcuni pilastri insormontabili del club, i quali hanno contribuito al coronamento dei traguardi sopra citati. Se al timone della panchina è saldo il tecnico Pascuzzo, quello del campo non poteva che essere nuovamente affidato al capitano Andrea Sposato, pronto ancora a sudare per questi colori. Coperta anche la porta grazie al prolungamento dell’estremo difensore Matteo Calderaro, mentre faranno ancora esultare i tifosi dell’Acri  i gol di Gigi Le Piane, altra figura importante di questo club. La quarta conferma, infine, porta il nome di Silvio Brandi, giovane difensore che tanto benne ha fatto lo scorso anno.