Calcio

Vibonese bella ma sfortunata, il Bari passa di misura e su rigore al Luigi Razza (foto)

La squadra di Roselli tiene testa ai blasonati pugliesi e avrebbero meritato il pareggio. Assente Plescia l’attacco affidato a Parigi.

Una Vibonese diversa dalle altre volte che ha cercato, finalmente, da quando Roselli è sulla panchina rossoblù, di imporre il proprio gioco.
Davanti la corazzata Bari. Galletti che partono forte ma, dopo pochi minuti, è la Vibonese a prendere il pallino del gioco creando due occasioni nitidissime da rete dove è mancata, solamente, l’ultima deviazione e Bari spesso in difficoltà.
Poi, la solita ingenuità nella propria area di rigore e massima punizione a favore dei pugliesi. Dagli undici metri si presenta Antenucci che fa secco Marson. Bari in vantaggio.
La Vibonese non ci sta e cerca di portarsi in avanti ma l’assenza di Plescia si fa sentire. E come.

Nella ripresa il Bari è bravo ad addormentare la partita regalando pochi sussulti, da una parte e dall’altra, fino al triplice fischio finale.

I rossoblù non hanno approfittato del riposo forzato della Paganese e della concomitante sconfitta della Cavese. E se il Catanzaro farà bottino pieno contro il Bisceglie, ecco che una giornata negativa può trasformarsi in positiva, almeno per la Vibonese. Distanze immutate ma con una giornata in meno da giocare.

Sabato la trasferta di Palermo. Altro appuntamento difficile
per i rossoblù. Ma la Vibonese vista nelle due ultime uscite evidenzia chiari segnali di miglioramento e la possibilità di ritornare dalla Sicilia con un risultato positivo.

Nel frattempo la Ternana è aritmeticamente in serie B e surclassando la seconda forza del campionato per 4-1, l’Avellino, ha dimostrato di essere la più forte di tutte.

Vibonese-Bari 0-1

VIBONESE (3-5-2): Marson; Bachini, Sciacca, Vergara; Statella, Mahrous (70′ Tumbarello), Laaribi (65′ Pugliese), Cattaneo, Ciotti; Spina (75′ La Ragione), Parigi. All. Roselli. A disp.: Mengoni, Murati, Berardi, Falla, Di Santo, Mancino, Fomov, Schirone. All. Roselli

BARI (4-3-3): Frattali, Semenzato, Minelli, Di Cesare , Perrotta, Maita, Bianco, Lollo, Marras (90’+1 Manè), Antenucci, D’Ursi (79′ Rolando). A disp.: Marfella, Fiory, Ciofani, Dargenio, Candellone, Pinto, Ferrante, Colaci, Mercurio. All. Carrera.

Note – ammoniti Laaribi (V), Di Cesare, Semenzato, Bianco (B). Recupero: 1′ p.t., 2′ s.t.

La galleria fotografica di Guido Milli