Volley

13 maggio 2004: la Tonno Callipo Vibo Valentia vola in A1 per la prima volta (foto – video)

Quella magica serata di diciassette anni fa e la straordinaria rimonta dei giallorossi, fino all’esplosione di gioia dell’affollatissimo Palazzetto dello Sport di Viale della Pace.

Nel piccolo Palazzetto di Viale della Pace, allora ribattezzato Quadrifoglio, ricolmo di entusiasmo e passione, Michele De Giorgi e compagni compirono l’impresa superando la Brillrover Südtirol Alto Adige Bolzano, nella gara di spareggio terminata con un tiebreak al cardiopalma (16-14). L’ultimo punto firmato da Giacomo Tomasello con un muro su Negrao alle 22,53 sigilla il recupero e la vittoria, dopo che la squadra di patron Pippo Callipo era stata sotto per 0-2. Finisce 3-1 per Vibo Valentia (23-25; 21-25; 25-20; 25-20; 16-14).

Sono passati 17 anni da quella magica notte, una notte che regalò a Vibo Valentia il primo importante traguardo del volley maschile: la promozione in serie A1.

Così in alto dove nessuno era arrivato ancora in Calabria. Fu una partita memorabile, il palazzetto era stipato all’inverosimile, era un catino bollente di tifo. Era il sogno che poteva diventare realtà. Anche se era a portata di mano, fu una sofferenza, una partita combattuta contro un Bolzano mai domo.

Ricordo quella partita come se fosse ieri, la raccontavo per Rete Kalabria appoggiato su una sorta di trespolo in metallo che sporgeva da una delle sei colonne della struttura, quella centrale. Anche lì eravamo in tanti.A guidare quella squadra era stato chiamato Daniele Ricci, grande conoscitore del volley e gran signore, sempre attento e mai sopra le righe.ù

Ricordo tutti i giocatori, uno per uno, eccoli i protagonisti di quella impresa, in ordine alfabetico: Favio Belardi, Alberto Carizia, Fosco Cicola, Axè Cesar Da Silva, Michele De Giorgi, Antonino Ferraro, Alessio Garilli, William Kirchhein, Daniele Marini, Abìndrea Neri, Pietro Spada e Giacomo Tomasello. Allenatore: Daniele Ricci; secondo allenatore: Antonio Stella.

Il ricordo di Giacomo Tomasello

Giacomo Tomasello, tra gli artefici della storica impresa giallorossa datata 13 maggio 2004, ha rispolverato i ricordi di quella magica serata di diciassette anni fa: dai momenti che hanno preceduto la decisiva sfida contro Bolzano, la tensione della partita e la straordinaria rimonta.