Calcio

Vibonese- Turris chiude la stagione: il primo incrocio risale al 1952

Ultima di campionato per i rossoblu di Giorgio Roselli nel proprio stadio, ma purtroppo ancora senza pubblico.

Con entrambe le squadre aritmeticamente salve e fuori dai play-off, se proprio vogliamo dare un senso alla gara, ci sarà in palio il quindicesimo posto finale. Una vittoria della Vibonese porterebbe i rossoblù a 38 punti e, in virtù degli scontri diretti, supererebbero i corallini. Ininfluente il risultato della Virtus Francavilla, anch’essa a 38 punti, in vantaggio in tutti i casi di classifica avulsa.

Turris ospite della Vibonese per la terza volta nella storia.
Il primo storico incrocio, in Calabria, è del 9 marzo 1952, valevole per la quarta giornata di ritorno del campionato di Promozione Lega Sud 1951-52. Rossoblù immediatamente in vantaggio con D’Andrea e raggiunti, pochi minuti dopo, da una deviazione di Zennaro che, su tiro del corallino Grilli, ingannava il proprio portiere Spadaro. Finale 1-1.
Quella domenica, la Vibonese, scese in campo con: Spadaro, Zennaro, Lanza, Figliano, Faleo, Fucà, Mileto, Brigato, Villari, D’Andrea e Caminiti.

Le due squadre si ritrovarono al Luigi Razza 54 anni dopo. Era, curiosamente, la quarta giornata di ritorno del campionato di serie D 2005-06 e gli ipponici si imposero 1-0 grazie alla rete di Rosa. Con Zampollini in panchina, la Vibonese scese in campo con: Bastiera, Davide Pettinato, Gambi, Aniello Vitiello, Angelo Catalano, Bernardini, Di Corcia, Cordiano, Rosa, Campo e Fanelli. Nel corso della gara subentrarono dalla panchina Privitera e Basilico.